L’azienda

L’Acquedotto del Fiora SPA è il Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato nella Conferenza Territoriale n. 6 “Ombrone” dell’Autorità Idrica Toscana. La società gestisce l’insieme dei servizi di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad usi civili, di fognatura e di depurazione delle acque reflue, oltre agli impianti per il trattamento terziario delle acque e per il loro riutilizzo irriguo e industriale. Acquedotto del Fiora SPA progetta, implementa e gestisce gli impianti di dissalazione di acqua di mare e di acque salmastrose per uso potabile.

Le attività di gestione del Servizio Idrico Integrato riguardano le reti (acquedotti e fognature) e gli impianti (potabilizzatori, depuratori, dissalatori, sollevamenti fognari) di 56 comuni delle province di Grosseto e Siena che compongono la Conferenza Territoriale n.6 Ombrone, la più vasta della regione Toscana, con un’estensione di oltre 7.600 kmq e una popolazione residente pari a oltre 407.000 unità (la più bassa densità di popolazione d’Italia – circa 54 ab/kmq) che, nella stagione estiva, raggiunge punte superiori alle 800.000 unità.
La struttura gestita dell’Acquedotto si compone di 9.079 km di reti acquedottistiche e di 3.211 km di reti fognarie oltre a n. 2.694 impianti gestiti. Il servizio di fognatura e depurazione è fornito a circa l’84% degli utenti, percentuale che aumenta notevolmente se si considera che il 13% della popolazione residente è provvista di autonoma fognatura e depurazione.

Le utenze complessive ammontano a circa 234.122, per le quali è stato stimato un consumo a finire per l’anno 2014 pari a circa 29,3 mln di metri cubi di acqua. Un territorio in cui Acquedotto del Fiora sta portando avanti un importante programma di investimenti (Piano d’Ambito); sono previsti fino alla fine della Convenzione circa 500 milioni di Euro.

Per il 2015 il valore della produzione è di circa 103.15 Mln/€ mentre gli investimenti netti realizzati sono pari a 38,5 Mln/€ lordo contributi.

L’organico medio al 2015 si compone di 409 unità.

L’acqua erogata è prelevata per quasi il 50% dalle sorgenti del Fiora che si trovano sul Monte Amiata, mentre nell’ area senese l’impianto di maggior rilievo è l’acquedotto del Vivo che attinge acqua dalle tre sorgenti dell’Amiata Ermicciolo, Ente e Burlana, collocate nella zona di Vivo d’Orcia.

Di seguito le principali dimensioni del servizio gestito: