Sede legale
via G. Verdi 16 – 50122 – Firenze
sito web: www.cbmv.it
e-mail: info@cbmv.it
pec: info@pec.cbmv.it
Numero Verde: 
800 672 242
Fax: 
055 241458
Codice Fiscale:
06432250485
Il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno è presente sui seguenti social:


LE DIMENSIONI
Il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno agisce su un’area con le seguenti caratteristiche:
Superficie: kmq 3516
Province: n. 6 (Firenze, Prato, Pistoia, Siena, Pisa, Arezzo)
Comuni:   n.   62
Corsi d’acqua in gestione: km 5.533
Opere lineari: km 2.400
Opere puntuali: n. 4824 tra cateratte, briglie, traverse, soglie, pennelli, opere di presa, sfioratori, rampe…
N. consorziati: 631.458

CHI E’ IL CONSORZIO DI BONIFICA
È un ente pubblico economico a base associativa, previsto da specifiche normative nazionali e regionali. Riunisce obbligatoriamente tutti i proprietari di beni immobili (terreni e/o fabbricati), all’interno del perimetro di competenza, che ricevono un beneficio dall’attività svolta dal Consorzio. Il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno è stato istituito con la LR 79/2012, insieme ad altri cinque Consorzi, che hanno acquisito competenza sul reticolo idraulico affidato ad essi in gestione dalla Regione Toscana.

COSA FA IL CONSORZIO DI BONIFICA
Il Consorzio opera su un comprensorio definito dalla Regione Toscana non in base ai confini amministrativi ma in base ai bacini idrografici. Al Consorzio sono affidate tutte le competenze che in passato erano frammentate su più enti. Il suo compito? Occuparsi della manutenzione dei fiumi, dei canali, dei torrenti e delle opere idrauliche e di bonifica che insistono sul territorio affidato alla sua gestione. Gli interventi ordinari e la loro tipologia, programmati ogni anno, mediante il Piano annuale delle Attività di Bonifica, sono realizzati dal Consorzio con il contributo versato dai consorziati. Le nuove opere idrauliche sono realizzate con il contributo della Regione Toscana. La manutenzione straordinaria è svolta dal Consorzio con il contributo della Regione Toscana e una parte di fondi consortili. Il Consorzio inoltre effettua la sorveglianza su tutto il reticolo idrografico in gestione: migliaia di km d corsi d’acqua! Sul reticolo può effettuare interventi (rimozione di piante e altro…) indispensabili per la sicurezza e per risolvere situazioni di pericolo e criticità. La Regione Toscana è l’ente di indirizzo e controllo sull’attività svolta dai Consorzi di Bonifica.

IL CONTRIBUTO CONSORTILE
Il contributo consortile richiesto ogni anno dall’ente ai consorziati è l’unica fonte di finanziamento di cui il Consorzio dispone per effettuare la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua ad esso affidati.
Il pagamento del contributo consortile è reso obbligatorio per tutti i proprietari di immobili (edifici e terreni) che ricavano un beneficio dall’attività svolta dal Consorzio dalle seguenti normative nazionali e regionali: art. 44 Costituzione, artt. 812 e 860 del Codice Civile, Regio Decreto 368/04, R.D. 215/33 e L.R. 79/2012.
L’importo viene calcolato ogni anno con la ripartizione tra i consorziati delle spese sostenute dal Consorzio per lo svolgimento della sua attività (piano annuale delle attività di bonifica e programmazione dell’attività) in proporzione a precisi indici introdotti dalla Regione Toscana con l’approvazione del Piano di Classifica.

LA GOVERNANCE
Il Consorzio è una struttura operativa, altamente specializzata, che svolge un’attività costante e  qualificata di difesa dal rischio idraulico e di salvaguardia del territorio e del suo patrimonio immobiliare, economico, ambientale, paesaggistico. La gestione della struttura è affidata al Direttore Generale. Il Consorzio ha organi di indirizzo e governo eletti democraticamente. Ogni 5 anni tutti i proprietari di immobili presenti sul comprensorio sono chiamati a eleggere i 15 membri elettivi che costituiscono l’Assemblea. Questa a sua volta ha il compito di eleggere, al suo interno, Presidente e Vice Presidente. Per i componenti dell’Assemblea non è previsto alcun compenso. Solo il Presidente percepisce un’indennità mensile pari a quella del sindaco di una comune di 15 mila abitanti.
A seguito delle elezioni consortili, che si sono tenute in tutta la Toscana dal 2 al 6 aprile 2019, gli organi del Consorzio 3 Medio Valdarno risultano così composti:

Assemblea
L’Assemblea è composta complessivamente da 28 membri.
I 15 membri  eletti dai consorziati, con le elezioni che si sono tenute il 2-6 aprile 2019, sono:
Andreotti Andrea, Bolognesi Riccardo, Borgioli Adriano, Bottino Marco, Desideri Valerio, Fantini Maurizio, Ferroni Simone, Franchini Ottavio, Guiducci Carlo, Paolieri Antonio, Pratesi Edorardo, Prati Giorgio, Simonetti Angiolo, Striano Vincenzo, Tinarelli Eleonora.
I 12 membri nominati, ai sensi della LR 79/2012, con delibera del CAL n. 1/2019 tra i Sindaci dei comuni del comprensorio sono i Sindaci (o delegati) dei comuni di:
Borgo San Lorenzo, Sesto Fiorentino, Firenze, Londa, Pistoia, Prato, Quarrata, Empoli, Greve in Chianti, Vernio, Scandicci, Poggibonsi.
Il membro, che ai sensi della LR 79/2012, viene nominato dal Consiglio Regionale della Toscana  è  in fase di nomina.

Revisore dei Conti
Il Revisore dei Conti è il dottor Francesco Coppari nominato dal Consiglio Regionale della Toscana con delibera n. 17 del 12 marzo 2019.

Presidente
La prima assemblea che si è tenuta il 16 maggio 2019 ha portato all’elezione di:
Presidente: Marco Bottino
Vice Presidente: Adriano Borgioli
Terzo componente Ufficio Presidenza:  sindaco comune di Prato

Direttore Generale 
Il Direttore Generale è il dottor Lorenzo Cecchi De’ Rossi